UN’ECOGRAFIA PER PREVENIRE L’ANEURISMA DELL’AORTA

openday Anaurisma aorta

UN’ECOGRAFIA PER PREVENIRE L’ANEURISMA DELL’AORTA

Pubblicato il:

Successo dell’Open Day al Cardinal Massaia

Il reparto di Chirurgia Vascolare dell’Asl At ha partecipato all’H-Open Week, la settimana dedicata alla prevenzione e diagnosi precoce delle malattie cardiovascolari organizzata dall’Osservatorio nazionale sulla salute della donna – ONDA, in occasione della Giornata mondiale del Cuore che si celebra ogni 29 settembre. L’obiettivo era promuovere l’informazione, la prevenzione e la diagnosi precoce dell’aneurisma dell’aorta addominale, una tra le malattie cardiovascolari più insidiose, perché silente fino alla fine.

Per l’occasione, il 26 settembre, sono stati eseguiti una cinquantina di esami ecodoppler aorto-iliaci gratuiti.

“Un ringraziamento va allo staff della Direzione sanitaria che ha garantito, come ogni anno, un valido supporto tecnico-organizzativo, ai colleghi per il loro prezioso contributo, senza il quale non si sarebbe potuto svolgere l’evento ed infine al direttore generale dell’Asl Francesco Arena che, nel sottoporsi allo screening ecografico, ha voluto dimostrare a tutti i cittadini astigiani quanto sia importante la prevenzione di una patologia ancora così poco conosciuta e sottovalutata”, commenta Alberto Pecchio, direttore della Chirurgia Vascolare al Cardinal Massaia.

Le malattie cardiovascolari rappresentano ancora oggi la prima causa di mortalità in Italia e nel mondo, ma una corretta prevenzione e la diagnosi precoce possono contribuire a combatterle.

“L’Aneurisma è una dilatazione in un’area indebolita dell’aorta, l’arteria più importante del nostro corpo, che trasporta il sangue proveniente dal cuore – spiega Alberto Pecchio – quello dell’aorta addominale è simile a un palloncino che può crescere lentamente e silenziosamente aumentando la pressione esercitata sulle pareti dell’aorta nell’addome, con un rischio più elevato di rottura improvvisa. Quando la dilatazione raggiunge i 5 cm per le donne e i 5,5 per gli uomini o cresce più di 1 cm in meno un anno, il fattore rischio aumenta”, avverte lo specialista. La maggior degli aneurismi dell’aorta addominale può essere rilevata attraverso un’ecografia all’addome, test veloce e indolore.

Nella foto: lo staff della Chirurgia vascolare con il direttore generale Francesco Arena (al centro), il primario Alberto Pecchio, (primo a destra) e alcuni astigiani che hanno aderito all’Open Day

Ultimo aggiornamento: 02.10.2023

Allegati

  • • 155 kB • 16 click
    02.10.2023

Condividi su: